note

2019

2021

Schermata 2020-07-16 alle 10.22.16.png

2019 - 2021

ACROSS THE UNIVERSE INTO
A PAPER CUP

 

note

Across the Universe into a Paper Cup è un’istallazione disegnata per la facciata del Teatro India inaugurata nell’edizione 2019 di IF/INVASIONI (dal) Futuro e interamente rinnovata nei contenuti nell’edizione 2021. La proiezione anima e si disegna sull’architettura del teatro mappandone le forme essenziali, il portone, le finestre e le modanature; un racconto per immagini e suoni, una soglia concreta e immaginifica che apre all’universo spettacolare di IF*.

Across the Universe into a Paper Cup / 2019

Teatro India, Roma

Sei brevi episodi che narrano di luoghi immaginifici e tempi sospesi, d’interi mondi diventati città e di pianeti dai cieli rosso ciliegia. Sei storie per immagini che rimandano a un universo ispirato dai racconti di Ballard: fiori canori e perturbanti donne-insetto, città-condominio claustrofobiche o sconfinate città-tempo, mondi abitati da un creaturale metamorfico e vertigini galattiche del “tempo profondo”. 

Apre il filmato una mappa del sistema solare, sorta di ‘geografia’ dell’Universo che si amalgama con la facciata del teatro; a seguire, circuiti informatici animano le linee dell’architettura e vertiginosi condomini di metropoli post-atomiche esplodono dalle finestre. Incastonate nelle nicchie e nel portone relitti di parabole in rovina sembrano muoversi sotto l’incantesimo di Plutone, mentre un universo creaturale ispira le sequenze successive: miriadi di ragnetti marini attraversano paesaggi desertici e lunari, un gruppo di ninfee dalle sembianze umane anima la facciata, una ‘famiglia’ di meduse attraversa volando un paesaggio siderale... Ogni storia - distesa nello spazio e nel suo essere ‘corpo sonoro’ - è ‘immersa’ in un sistema di stratificazione musicale per sfociare nell’elettronica della più interessante produzione contemporanea.

Across the Universe into a Paper Cup. Part. 2 / 2021

Teatro India, Roma 

...

ideazione e realizzazione Alessandro Ferroni, Maddalena Parise produzione lacasadargilla realizzato nell’ambito di

IF / INVASIONI (dal) FUTURO

crediti

 

2019

 

 fotografie © Margherita Masè

"Alta quasi tre metri l’Aracnide troneggiava fuori dal coperchio infranto della vasca di controllo,

le foglie turgide e congestionate, il calice grande come un secchio, pazza di collera.

Tutta inarcata al suo interno, con la testa rovesciata, c’era la donna"

 

2021

 

 fotografie © Margherita Masè e Sveva Bellucci

"La torre respirava, e le pareti trasmettevano l’eco di un battito cardiaco… e non erano di pietra, ma di tessuto vivente.

Mi sentii mancare il terreno sotto i piedi. La torre era una sorta di creatura vivente.

Stavamo scendendo all’interno di un organismo."